Antonino Ignazzitto: “Siate attenti, non siate precipitosi nel valutare!”

Si è tenuta il 23 novembre 2018, presso i locali sezionali, la consueta riunione tecnica obbligatoria cui ha visto come ospiti il delegato regionale per il futsal Andrea Liga e il componente per il futsal del CRA Sicilia Antonino “Nuccio” Ignazzitto.

Il Presidente Stefano Di Mauro dopo aver fatto gli onori di casa ha ceduto la direzione della riunione tecnica al componente regionale cui, quest’ultimo, ha iniziato la stessa soffermandosi sugli importanti dati di crescita del Futsal e sottolineando il fatto che in passato era definito “rifugio degli elefanti” mentre oggi rappresenta per i giovani arbitri una grande opportunità. A titolo esemplificativo, ha mostrato il video del raduno degli Arbitri di CAN A-B del Futsal svoltosi a Coverciano, il “Tempio” del calcio italiano.

Ha voluto dunque sottolineare, il componente Ignazzitto, che il Futsal fornisce ai giovani arbitri le stesse  opportunità di realizzare i propri sogni così come per i giovani fischietti del Calcio a 11.

Ha, inoltre, fornito i dati positivi di inizio stagione provenienti dai colleghi che rappresentano la sezione aretusea nel Futsal regionale: gli arbitri Dario Greco, Giovanni Alibrio e Giuseppe Malpasso e l’osservatore arbitrale Salvatore Calleri.

Antonino Ignazzitto si è poi soffermato su alcune analogie e differenze tra il Futsal e il Calcio a 11. Per quanto riguarda le analogie queste sono da registrarsi specialmente per quanto riguardano le fasi di  controllo delle porte, delle distinte delle due contendenti e la collaborazione della terna arbitrale.

Le differenze, invece, si sono evidenziate innanzitutto per quanto riguarda il terreno di gioco ( decisamente più piccolo! ) dove viene data l’idea che si giochi costantemente in area di rigore, e l’aspetto inerente le sostituzioni ‘volanti’.

Importante parentesi è stata posta, in particolar modo ai giovani fischietti entrati da poco nell’organico sezionale del futsal, nell’ambito delle negligenze e dei cali di attenzione: nel loro contesto vi è la seria possibilità di avere conseguenze disastrose ai fini della direzione della gara.

La parola è stata poi ceduta al delegato regionale per il futsal, Andrea Liga, che ha disquisito su un argomento comune sia al futsal che al Calcio a 11 portando esempi provenienti da entrambi gli ambiti: le simulazioni. Ha esortato pertanto i giovani arbitri, e non solo, a punire queste infrazioni e a non voltare le spalle di fronte a questi. Un importante indizio, per capire il momento in cui si verifica una simulazione, è osservare la naturalezza della caduta e il comportamento del calciatore sospettato di simulazione.

A conclusione della riunione tecnica, seguita da una platea composta e attenta cui non hanno fatto mancare gli opportuni interventi, il presidente sezionale ha voluto omaggiare i due ospiti e congedarli con un caloroso applauso.

 

A.E. Andrea Breci

A.E. Costantino Valvo

Posted in News Sezione_2018/2019.